La via Ferrata di Santa Croce

Regolamento per accesso e fruizione

ART. 1 – PREMESSA

La via ferrata è un itinerario che conduce l’alpinista su pareti rocciose, su aeree creste e cenge, preventivamente attrezzate con funi, ancoraggi e appoggi senza i quali il procedere costituirebbe una vera e propria arrampicata alpinistica.
È necessario avere un minimo di esperienza di montagna e di arrampicata, pertanto per chi non ha mai effettuato salite di vie ferrate è consigliabile farsi accompagnare da una guida alpina; è inoltre necessaria una buona preparazione fisica e tecnica con abitudine al vuoto in quanto avventurarsi su una via ferrata senza la necessaria esperienza può esporre il fruitore a maggiori rischi.
La via ferrata non è presidiata e nemmeno sorvegliata e rappresenta l’unica via di accesso alla zona che essa attraversa, quindi è essenziale non abbandonare mai il tracciato perché si andrebbe incontro al pericolo di perdersi nei canali della parete.
L’accesso sarà vietato in alcuni periodi dell’anno.

ART. 2 – RESPONSABILITÀ

La decisione di percorrere la via ferrata è una scelta che implica la responsabilità totale della persona che fa questa scelta sia in relazione agli incidenti che possono coinvolgerla sia in relazione ai danni che la persona può provocare a terzi.
L’attrezzatura fissa sulla via ferrata, è sempre e soltanto aiuto alla progressione ovvero sicurezza passiva, non può essere considerata una sicurezza attiva, poiché quest’ultima dipende esclusivamente dai comportamenti e dalle attrezzature individuali.
In caso di incidente non potrà essere chiamata in causa alcuna responsabilità da parte del costruttore né di altri soggetti pubblici o privati.

ART. 3 – DISPOSIZIONI OBBLIGATORIE

Aspetti tecnici e di comportamento, relativi alla percorrenza della via ferrata e sui sentieri di avvicinamento e rientro:

  1. è obbligatorio dotarsi di attrezzatura personale specifica e completa, composta da casco, imbragatura e kit da ferrata con dissipatore d’energia (preferibilmente materiali certificati CE);
  2. è vietato l’accesso ai minori se non accompagnati da un adulto che se ne assume implicitamente la responsabilità (i minori di 12 anni devono essere legati in cordata);
  3. è vietata la presenza di più di una persona tra un ancoraggio e l’altro;
  4. è vietata la percorrenza del ponte sospeso da parte di più di una persona alla volta, salvo operazioni di assistenza/soccorso;
  5. è vietato percorrere la via ferrata nelle ore notturne;
  6. è vietato percorrere la via ferrata se non nel senso indicato dalla segnaletica;
  7. è obbligatoria, per persone di peso inferiore a 45 kg o superiore a 100 kg, la progressione in cordata.

ART. 4 – RACCOMANDAZIONI

Le persone che intendono percorrere la via ferrata devono prestare grande attenzione

  1. alle condizioni metereologiche per non intraprendere la salita in previsione di temporali o comunque in condizioni avverse (pioggia, vento e neve);
  2. alla qualità del proprio equipaggiamento di sicurezza e di progressione;
  3. si raccomanda la massima attenzione per non far cadere pietre;
  4. eventuali danneggiamenti o deterioramenti del materiale presente lungo la via ferrata dovranno essere segnalati all’indirizzo email info@associazione-santacroce.it.

Le limitazioni d’uso contenute in questo documento, hanno quale unico scopo la completa, tranquilla e sicura fruibilità della via ferrata e la tutela dell’ambiente circostante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.